By-laws of the Spaceguard Foundation (official italian version)

This is the final version of the By-laws of the Spaceguard Foundation, as signed on March 26, 1996 by the founders, in its original italian version. This is the only version valid from a legal point of view, since the Foundation is starting as an italian association, which could be in the future transformed into a real international Foundation. An english translation of the same by-laws is also available. 

STATUTO dell'Associazione

The Spaceguard Foundation

Articolo 1: Associazione

È costituita un'Associazione denominata The Spaceguard Foundation con sede in Roma (Italia) qui di seguito denominata l'Associazione.

Articolo 2: Caratteristiche dell'Associazione

L'Associazione è apartitica, apolitica e senza scopo di lucro. Possono far parte dell'Associazione tutti coloro - di qualunque paese e nazionalità, sesso, razza, fede politica e religiosa - che ritengano utile perseguire le finalità che l'Associazione si propone. L'Associazione è a carattere internazionale, libera ed indipendente da ogni governo, organizzazione o partito politico. La lingua inglese è la lingua ufficiale dell'Associazione.

Articolo 3: Scopi dell'Associazione

L'Associazione ha come scopo istituzionale la tutela dell'ambiente terrestre e delle strutture della civiltà umana. È infatti ormai comunemente accettato che la Terra è stata soggetta nel passato - e lo sarà nel futuro - al bombardamento di oggetti del sistema solare (comete e asteroidi): questi eventi d'impatto hanno la potenzialità, nei casi più gravi, di mettere a repentaglio la sopravvivenza di molte specie viventi, inclusa la nostra.

Il compito principale dell'Associazione verrà ottenuto attraverso la sorveglianza e la salvaguardia del globo terrestre dall'impatto di comete e asteroidi (tecnicamente definiti NEO - Near-Earth Objects); l'Associazione è quindi un'entità eminentemente orientata nell'ambito più generale della ricerca scientifica e persegue le seguenti finalità:

Al fine di divulgare la propria attività e di dare pratica applicazione alle attività di ricerca - e quindi fornire un valido contributo alla sicurezza ambientale della comunità internazionale - l'Associazione si propone: Per raggiungere tali finalità, l'Associazione potrà prendere tutte le iniziative sociali, politiche, culturali, economiche e giuridiche utili al raggiungimento dello scopo sociale, in proprio o in collaborazione o convenzione con Enti Pubblici e Privati, altre associazioni, società, organizzazioni internazionali.

Potrà inoltre promuovere la costituzione di forme associative similari all'estero, aventi per obiettivo uno o più scopi della Associazione medesima. L'Associazione parteciperà quindi direttamente all'attività di tali ulteriori associazioni.

Articolo 4: Associati

Gli associati possono essere cittadini italiani e stranieri, persone fisiche e giuridiche di ogni sesso, razza o nazionalità, fede politica o religiosa, che ritengano utile contribuire al perseguimento degli scopi dell'Associazione. I Soci si distinguono in Soci garanti, sostenitori, ordinari e aderenti.

Sono Soci garanti personalità di riconosciuto valore scientifico e culturale, italiane o straniere, che diano la loro adesione e il loro appoggio morale alle finalità della Associazione. I Soci garanti, riuniti nel Comitato dei Garanti, sono nominati a maggioranza ed a insindacabile giudizio del Consiglio Direttivo, su proposta di almeno un terzo dei suoi membri, e non sono tenuti al pagamento della quota associativa. Il parere motivato del Comitato dei Garanti può essere richiesto dal Presidente qualora si rendessero necessarie modifiche al presente Statuto.

Sono Soci sostenitori i fondatori che hanno stipulato l'atto costitutivo, coloro che ne abbiano fatto esplicita richiesta per facsimile, posta normale o elettronica, presentata da uno dei fondatori all'atto della costituzione della presente Associazione, e i Soci ordinari che si siano distinti per aver sostenuto con rilevante contributo economico e/o impegno lavorativo lo sviluppo dell'Associazione. Questi ultimi sono nominati dal Consiglio Direttivo, a maggioranza semplice, su richiesta del Presidente e la loro nomina ha durata temporanea a giudizio del Consiglio. I Soci sostenitori sono tenuti al pagamento della quota annuale.

Sono Soci ordinari coloro che, intendendo interessarsi attivamente alla realizzazione degli scopi dell'Associazione, abbiano fatto domanda di adesione, dichiarando di accettare il presente Statuto.

I Soci ordinari, siano essi persone fisiche o giuridiche, sono tenuti a versare le quote annuali e a partecipare, con le modalità indicate nel presente Statuto, alle Assemblee ordinarie con diritto di voto. La domanda di ammissione a Socio ordinario deve essere inoltrata al Consiglio Direttivo che deciderà a maggioranza senza obbligo di motivazione.

Sono Soci aderenti coloro che, interessati ai problemi connessi agli scopi dell'Associazione, pur non impegnandosi attivamente al raggiungimento delle sue finalità si limitano a finanziarne l'attività. I Soci aderenti non hanno diritto di voto.

L'ammissione dei Soci aderenti è deliberata dal Consiglio Direttivo con voto insindacabile che autorizza il rilascio di una tessera.

Articolo 5: Diritti e doveri dei Soci

I Soci hanno diritto di frequentare i locali dell'Associazione e di partecipare a tutte le iniziative dell'Associazione stessa.

I Soci sono tenuti al pagamento della quota sociale, all'osservanza dello Statuto, degli eventuali regolamenti interni e delle deliberazioni prese dagli organi sociali. I Soci sostenitori e ordinari sono eleggibili alle cariche sociali, escluse Presidenza e Consiglio Direttivo, riservate ai soli Soci sostenitori. Le dimissioni dalle cariche sociali dovranno essere date per iscritto ed avranno effetto dal ricevimento delle stesse da parte dell'organo di cui fa parte il dimissionario.

Articolo 6: Esclusione e recesso dei Soci

Il Socio può recedere in qualunque momento mediante comunicazione scritta al Consiglio Direttivo, anche a mezzo del servizio postale con avviso di ricevuta.

Il Socio perde tale sua qualità:

Nei casi di cui alle lettere b), c), d) ed e) la decadenza è dichiarata dal Consiglio Direttivo; tale decisione può essere impugnata ricorrendo all'Assemblea entro quindici giorni dalla comunicazione.

Articolo 7: Patrimonio ed entrate

Il patrimonio dell'Associazione è costituito dai beni immobili e mobili che comunque pervengano per acquisti, donazioni, legati, successioni, ovvero dalle somme accantonate a qualsiasi scopo, in Italia e all'estero.

Il patrimonio sociale è indivisibile. Esso è gestito direttamente dal Consiglio Direttivo, che può delegare ad altri la gestione.

Le entrate dell'Associazione sono costituite da:

Le quote versate non sono rimborsabili e nessun Socio potrà vantare diritti sul patrimonio dell'Associazione durante la vita della stessa.

Articolo 8: Bilancio

L'anno sociale decorre dal 1mo Gennaio al 31 Dicembre di ogni anno. Per ogni anno sociale il Consiglio Direttivo, entro il 30 Aprile successivo alla chiusura, redige il bilancio consuntivo e quello di previsione per l'anno in corso e li presenta all'Assemblea per l'approvazione.

Articolo 9: Organizzazione

Gli Organi dell'Associazione sono:

Articolo 10: Comitato dei Garanti

Il Comitato dei Garanti è composto da tutti i Soci garanti. Il Comitato è organo di consulenza del Presidente su tutte le materie attinenti alla vita dell'Associazione. Su richiesta del Presidente, il Comitato emette un parere motivato, in particolare sulle modifiche allo Statuto dell'Associazione.

Articolo 11: Assemblea dei Soci

L'Assemblea dei Soci è l'organo deliberante della Associazione. Il Presidente convoca l'Assemblea ordinaria, in Italia o all'estero, almeno una volta l'anno e quella straordinaria quando lo riterrà necessario o gli verrà richiesto da almeno un terzo del Consiglio Direttivo o da almeno un terzo dei Soci sostenitori e ordinari. Fanno validamente parte dell'Assemblea tutti i detti Soci in regola con il pagamento delle quote associative al momento della convocazione. Il Consiglio Direttivo potrà stabilire che l'Assemblea si tenga su rete elettronica con le modalità appresso indicate.

L'Assemblea:

L'Assemblea è convocata mediante comunicazione da inviarsi attraverso facsimile, posta normale o elettronica almeno trenta giorni prima di quello fissato per l'adunanza. Nell'avviso di convocazione deve essere indicato l'elenco delle materie da trattare, data e luogo in cui si svolgerà l'Assemblea ovvero se questa si terrà su rete elettronica. Nel primo caso devono essere previste due convocazioni successive, mentre nel secondo caso deve essere indicato il periodo di durata della discussione.

I Soci possono farsi rappresentare in Assemblea da altri Soci che non siano in conflitto d'interessi con le materie in discussione, mediante delega da inviarsi presso la sede dell'Associazione via facsimile entro il giorno precedente la prima convocazione o l'inizio della discussione.

Nel caso l'Assemblea sia tenuta su rete elettronica il voto dei soci in ciascuna deliberazione, oltre che con messaggio elettronico, deve essere confermato - pena l'invalidità - via facsimile il giorno stesso in cui avviene la votazione. il Segretario dell'Associazione effettuerà il conteggio dei voti validi e lo comunicherà lo stesso giorno al Presidente.

L'Assemblea delibera validamente a maggioranza assoluta dei Soci esprimenti il voto ai sensi del presente articolo, indipendentemente dal numero degli intervenuti.

Il Segretario dell'Associazione provvede alla stesura dei verbali dell'Assemblea che sono sottoscritti anche dal Presidente del Consiglio Direttivo. Qualora l'Assemblea si tenga su rete elettronica, il verbale consisterà nella trascrizione di tutti i messaggi pervenuti nei termini indicati nell'avviso di convocazione.

Articolo 12: Consiglio Direttivo

Il Consiglio Direttivo è composto da tre a sette membri scelti tra i Soci sostenitori. Esso si riunisce, anche per via elettronica, su convocazione del Presidente.

Il Consiglio è investito dei più ampi poteri per la gestione ordinaria e straordinaria dell'Associazione ed ha facoltà di compiere tutti gli atti che ritenga opportuni per l'attuazione ed il raggiungimento degli scopi dell'Associazione, esclusi soltanto quelli che il presente Statuto riserva all'Assemblea dei Soci.

Il Consiglio Direttivo provvederà:

Il Consiglio Direttivo decide a maggioranza dei suoi membri.

La durata della carica, rinnovabile, è di sei anni; ogni tre anni la metà dei membri sarà rinnovata, gli altri resteranno in carica per i tre anni seguenti per assicurare la continuità.

Per le elezioni del 2002 dei membri del Consiglio Direttivo, une dei quattro membri in carica eletti nel 1996 sarà nominato per un periodo ridotto di tre anni, e tre altri membri saranno regolarmente eletti per sei anni fra i soci sostenitori.

Articolo 13: Presidenza

Il Presidente è eletto dal Consiglio Direttivo a scrutinio segreto ed a maggioranza dei suoi membri. La durata della carica, rinnovabile, è di tre anni.

Il Presidente:

Il presidente ha facoltà di aprire conti correnti ordinari in Italia e all'estero presso Istituti di credito e di compiere tutte le operazioni di ordinaria amministrazione. Può altres\`{\i} rilasciare procure speciali e generali.

Per gli atti eccedenti l'ordinaria amministrazione sarà appositamente autorizzato dal Consiglio Direttivo.

Articolo 14: Vice Presidenza

Il Vice Presidente sostituisce il Presidente tutte le volte che questi sia impedito o assente, per il tempo strettamente necessario; può anche ricevere delega scritta dal Presidente per singoli affari di ordinaria amministrazione.

Articolo 15: Segretario

Il Segretario redige i verbali dell'Assemblea e del Consiglio Direttivo a cui assiste, cura la corrispondenza, è responsabile della regolare tenuta degli atti e della documentazione dell'Associazione e provvede - anche avvalendosi di collaboratori - alla traduzione in italiano di tutti quei documenti che, per disposizione di legge, debbano essere redatti in lingua italiana. La durata della carica, rinnovabile, è di tre anni.

Le spese relative al funzionamento della segreteria sono a carico dell'Associazione.

Articolo 16: Tesoriere

Il Tesoriere ha la responsabilità della cassa sociale. Le operazioni di spesa devono essere autorizzate dal Presidente o, in caso di impedimento o di assenza del Presidente, dal Vice Presidente o, in caso di impedimento o di assenza di entrambi, da un Consigliere, e di esse va conservata la relativa documentazione, anche ai fini degli adempimenti di legge.

Il Tesoriere dura in carica per tre anni e può essere riconfermato per non più di due volte.

Articolo 17: Gratuità delle cariche

Le cariche sociali sono gratuite. Possono essere previsti rimborsi di spese autorizzate e documentate.

Articolo 18: Scioglimento

In caso di scioglimento dell'Associazione, per qualsiasi motivo, quanto costituisce proprietà di essa sarà devoluto secondo le modalità stabilite dall'Assemblea che delibererà lo scioglimento con la maggioranza dei due terzi ed in conformità alle norme di legge.

Articolo 19: Disposizioni finali

Per quanto non previsto dal presente Statuto si fa riferimento alle norme di legge vigenti in materia.

back Back to the Spaceguard Foundation additional information page 


Page maintained by Giovanni Valsecchi (giovanni@ias.rm.cnr.it)

Last modified: 9 April 2002